Schede primarie

Mentre perfeziona gli studi di recitazione, si laurea in Lettere e Filosofia e prosegue poi gli studi con il Diploma in Sceneggiatura Tv della Scuola Holden di Torino. Nel 1996, con Francesca Zanni crea il duo comico Gretel & Gretel, che partecipa a numerose trasmissioni televisive tra cui "La posta del cuore", "Zelig - Facciamo cabaret" (Italia1) e "Quelli che il calcio" (Rai 2). Conducono anche due edizioni del fortunato show "Bigodini" (Italia1), nonché diversi programmi radiofonici, tra cui il divertente "WWW punto G" (Rds), per poi separarsi nel 2002.
La Andreozzi prosegue così da sola il suo percorso come attrice comica partecipando a trasmissioni televisive come "Assolo" (La7), "Due sul divano" (La 7), "Suonare Stella" (Rai2). In radio, partecipa a numerosi programmi su Radio2, fino a che nel Giugno 2009 debutta con il suo "Brave ragazze", un magazine quotidiano scritto e condotto in coppia con Federica Gentile, in onda fino alla primavera del 2012.
Come attrice la Andreozzi è apparsa in "Un posto al sole" (Rai3), "Don Matteo" (Rai1), "Crociera Vianello" (Canale5), "Un amore di strega" (Canale5), "Terapia d'urgenza" (Rai2), "Il Commissario Manara" (Rai2). I suoi primi ruoli da protagonista sono invece nei telefilm "La squadra" (Rai3), "7 Vite" (Rai2), e le ultime tre edizioni di "Distretto di polizia". Ha scritto e interpretato la sketchcom "Ombrelloni" (Rai2).
Sempre in televisione, è stata la esilarante Presidentessa dell'Associazione Naturalmente Belle, una donna paralizzata dal botox, in diverse edizioni di "Colorado Cafè" (Italia1).
Numerose le opere teatrali, prevalentemente commedie, in cui l'attrice è protagonista: dal "Dramma della gelosia", per la regia di Gigi Proietti, a "Nemici di casa" con Max Tortora, da "Cose di casa" di Paola Tiziana Cruciani a "Maldamore" di Angelo Longoni fino al fortunato "Doppiacoppia", sempre con Max Tortora.
I suoi ultimi lavori sono "Forbici e Follia", per la regia di Marco Rampoldi, che ha debuttato al Festival di Borgio Verezzi, e "Ring", di Leonore Confino, per la regia di Massimiliano Vado, anche protagonista maschile dello spettacolo, in cartellone al Festival di Todi.
Dal 2010 la Andreozzi porta avanti dei progetti di "varietà per attore solo" che scrive e in cui interpreta tutti i personaggi: debutta con "A Letto dopo Carosello", prosegue con "Ti vuoi mettere con me? L'amore al Tempo delle Mele", entrambi con la regia di Paola Tiziana Cruciani, e infine con la piece francese "Maledetto Peter Pan" con la regia di Massimiliano Vado.
Come autrice di prosa scrive Rosaspina, Sesso chimico, La festa, Festival: testi che ricevono riconoscimenti nazionali, e firma a quattro mani con Luca Manzi la commedia "Diversamente Giovani". Come regista firma 5 spettacoli.
Al cinema, dopo aver partecipato ad alcuni cortometraggi indipendenti, è Lucia, la moglie di Rocco Papaleo nel suo film di esordio, "Basilicata Coast to Coast", e fa parte poi del cast di "Nessuno mi può giudicare" di Massimiliano Bruno, "Com'è bello far l'amore" di Fausto Brizzi, "Finalmente la felicità" di Leonardo Pieraccioni, "Stai lontana da me" di Alessio Maria Federici, "Fuga di cervelli" di Paolo Ruffini, "Tutta colpa di Freud" di Paolo Genovese, "Ti sposo ma non troppo" di Gabriele Pignotta, "Fratelli Unici" di Alessio Maria Federici, "Torno indietro e cambio vita" di Carlo Vanzina.
Collabora ai dialoghi di "Pazze di me" e "Indovina chi viene a Natale?" entrambi di Fausto Brizzi.
Da un soggetto di Massimiliano Bruno e Manuela Tempesta sviluppa la sceneggiatura di "Pane e burlesque", che interpreta poi nel ruolo di Teresa.
Nel 2014 dirige il suo primo cortometraggio, "Dietro un grande uomo", scritto in collaborazione con Massimiliano Vado, che la vede protagonista accanto a Luca Argentero, Giorgia Wurth e Giorgia Cardaci, premiato al Cortinametraggio col premio di Raicinemachannel.it Lab.
È stata nel cast della 4ª edizione del "Tale e Quale Show", su Rai1.
Nel 2014 riceve il Marforio D'Oro e il Premio Afrodite per la commedia.
Nel 2015 è tra gli sceneggiatori e nel cast di "Tutte lo vogliono" per la regia di Alessio Maria Federici, con Enrico Brignano e Vanessa Incontrada.