Schede primarie

Per la sua interpretazione di Re Giorgio VI ("Bertie") ne "Il discorso del re", Colin Firth ha vinto l'Oscar, il Golden Globe Award, lo Screen Actors Guild Award, il BAFTA Award, il British Independent Film Award, e il Critics' Choice Film Awards come Miglior Attore, oltre ad altri riconoscimenti. Ha anche ottenuto congiuntamente agli altri attori del cast il Screen Actors Guild Award per la Migliore Interpretazione del Cast in un Film. Tra gli altri premi ottenuti da "Il discorso del re" si possono citare gli Academy Awards per Miglior Film, Miglior Regia (Tom Hooper), e Migliore Sceneggiatura Originale (David Seidler).
Attore britannico teatrale con preparazione classica, Colin Firth è ormai da 30 anni un
veterano del cinema, della televisione e del palcoscenico. Il suo debutto teatrale a Londra è stato nel ruolo di Bennet nell'allestimento del West End a cura di Stuart Burge del lavoro teatrale di Julian Mitchell Another Country. In seguito è stato scelto per interpretare il ruolo di Judd nella versione cinematografica del 1984 diretta da Marek Kanievska, che lo vede lavorare al fianco di Rupert Everett nel ruolo di Bennett.
Il ruolo che lo ha lanciato sul piccolo schermo si è presentato nella miniserie della BBC "Orgoglio e pregiudizio", nel 1995, nella quale ricopriva il ruolo di Mr. Darcy. L'interpretazione gli ha permesso di ottenere una candidatura al BAFTA Award e il National Television Award come Attore Più Popolare. Tra gli altri importanti telefilm, originali televisivi e miniserie si possono citare Conspiracy di Frank Pierson, per il quale ha ottenuto una nomination agli Emmy Award e Tumbledown di Richard Eyre, per il quale ha vinto il Royal Television Award come Miglior Attore ed è stato anche tra i candidati al BAFTA Award.
Prima de "Il discorso del re", Colin Firth ha lavorato in due altri film vincitori dell'Oscar per il Miglior Film: si tratta de "Il paziente inglese" di Anthony Minghella e "Shakespeare in Love" di John Madden. Per quest'ultima pellicola, ha vinto insieme agli altri attori del cast lo Screen Actors Guild Award per la Migliore Interpretazione di un Cast in un Film.
Tra gli altri film interpretati da Firth, si possono citare "Valmont" di Milos Forman, al fianco di Annette Bening, nel quale ricopre il ruolo che dà il titolo al film, "Apartment zero" di Martin Donovan, "Un mese in campagna" e "Amiche" di Pat O'Connor, "La ragazza con l'orecchino di perla" di Peter Webber, "False verità" di Atom Egoyan, e "When Did You Last See Your Father?" di Anand Tucker, "Quando tutto cambia" di Helen Hunt e il fenomeno mondiale "Mamma Mia!" di Phyllida Lloyd, oltre a "Gambit" di Michael Hoffman, al fianco di Cameron Diaz.
È anche apparso in "A Single Man" di Tom Ford, basato sul romanzo di Christopher Isherwood, che è stato presentato in prima mondiale al Festival Internazionale del Cinema di Venezia nel 2009, dove Colin Firth ha ottenuto il premio per Miglior Attore. La sua interpretazione gli è anche valsa il BAFTA Award e il London Critics Circle Film Awards; ha inoltre ricevuto candidature per un Academy Award, un Golden Globe Award, e un Screen Actors Guild Award, oltre ad altri riconoscimenti.
Firth è un attivo sostenitore di Oxfam International, un'organizzazione dedicata alla lotta alla povertà e alla conseguente ingiustizia nel mondo. Nel 2008 è stato nominato Filantropo dell'anno da The Hollywood Reporter. Nel 2006 è stato votato Attivista Europeo dell'anno dall'Unione Europea.