Schede primarie

Paolo Sorrentino, regista e sceneggiatore, è nato a Napoli nel 1970. Nel 2001 realizza il suo primo lungometraggio, "L’uomo in più", con Toni Servillo e Andrea Renzi. Il film, selezionato alla Mostra del Cinema di Venezia, viene candidato a tre David di Donatello, vince un Nastro d’Argento come miglior regista esordiente e due Grolle d’Oro.
Nel 2004 porta a termine il suo secondo film "Le conseguenze dell’amore". Unico italiano in concorso al Festival di Cannes, il film ottiene numerosi riconoscimenti tra cui cinque David di Donatello, quattro Nastri d’Argento e cinque Ciak d’Oro.
Nel 2006 realizza il suo terzo film "L’amico di famiglia", presentato in concorso al Festival di Cannes, che partecipa a numerosi festival internazionali.
Nel 2008 con "Il divo", interpretato da Toni Servillo, Paolo Sorrentino torna in concorso per la terza volta al Festival di Cannes e ottiene il Prix du Jury. Il film si aggiudica poi sette David di Donatello, cinque Ciak d’Oro, cinque Nastri d’Argento e una candidatura all’Oscar per il Make Up.
Nel 2010 viene pubblicato da Feltrinelli il suo primo romanzo "Hanno tutti ragione", favorevolmente accolto da pubblico e critica. Il libro è finalista al Premio Strega.
Nel 2011 "This must be the place", segna l’esordio in lingua inglese di Sorrentino. Interpretato da Sean Penn e Frances McDormand il film viene presentato in Concorso al 64. Festival di Cannes. Ottiene numerosi riconoscimenti tra cui sei David di Donatello, tre Nastri d’Argento e quattro Ciak d’Oro.
Nel 2012 Feltrinelli pubblica il suo secondo libro "Tony Pagoda e i suoi amici".
La grande bellezza, interpretato da Toni Servillo, Carlo Verdone e Sabrina Ferilli, porta, per la quinta volta, Paolo Sorrentino in concorso al Festival di Cannes e alla vittoria dell'Oscar per il miglior film straniero nel 2014.
"Youth - La giovinezza" è il suo settimo film, in concorso a Cannes 2015, con un cast internazionale di grande rilievo: Michael Caine, Harvey Keitel e Rachel Weisz.