Schede primarie

Tom Wilkinson è un pluri-premiato attore di cinema e di teatro. Wilkinson ha ricevuto una Nomination agli Academy Award® come Miglior Attore Non Protagonista in Michael Clayton di Tony Gilroy. Ha ricevuto una nomination agli Academy Award® come Miglior Attore per la sua indimenticabile performance nel dramma di Todd Field In The Bedroom, con Sissy Spacek. Wilkinson per questo ruolo ha ricevuto anche una nomination ai BAFTA, ha vinto l'Independent Spirit Award e un Premio Speciale della Giuria al Sundance Film Festival e un New York Film Critics Circle Award. Precedentemente, Wilkinson ha vinto i BAFTA per il suo ruolo nel successo inglese e internazionale di box office Full Monty del 1997, e l'anno successivo ha conquistato un'altra nomination ai BAFTA per la sua performance nella pellicola vincitrice dell'Oscar® come miglior film, Shakespeare In Love. Ha ricevuto anche delle nominations agli Emmy e ai Golden Globe® per la sua coraggiosa performance nel film HBO del 2003 Normal, con Jessica Lange.
Wilkinson ha vinto un Emmy Award e un Golden Globe® come Miglior Attore Non Protagonista per la mini-serie HBO John Adams, in cui impersonava Benjamin Franklin. La sua più recente apparizione nella tv americana è stata sull'History Channel, nel ruolo di Joe Kennedy in The Kennedys per cui è stato nominato agli Emmy come Miglior Attore Non Protagonista in una Mini Serie. Wilkinson ha anche lavorato nel film per la tv vincitore dei Golden Globe Recount, nel ruolo di James Baker, con Kevin Spacey e John Hurt.
Wilkinson è apparso nell'hit indie della Fox Searchlight Belle e in Grand Budapest Hotel di Wes Anderson. Altri lavori includono: Felony con Joel Edgerton, Good People con James Franco e Kate Hudson, The Lone Ranger con Johnny Depp, Mission Impossible: Protocollo fantasma con Tom Cruise, Marigold Hotel con Judi Dench e Maggie Smith nominato ai Golden Globe (SAG Award nomination, BIFA nomination); Il debito con Helen Mirren, The Conspirator per Robert Redford, L'uomo nell'ombra di Roman Polanski, The Green Hornet di Michel Gondry, Duplicity di Tony Gilroy con Julia Roberts e Clive Owen; Burke and Hare - Ladri di cadaveri di John Landis; Sogni e delitti di Woody Allen, con Colin Farrell e Ewan McGregor; RocknRolla di Guy Ritchie, con Gerard Butler; e il dramma ambientato nelle Seconda Guerra Mondiale Operazione Valchiria di Bryan Singer, con Tom Cruise. I suoi lavori precedenti includono Batman Begins di Christopher Nolan; Se mi lasci ti cancello, con Kate Winslet e Jim Carrey; The Last Kiss, con Zach Braff; Stage Beauty, con Billy Crudup; Wilde; The Governess; Ragione e sentimento di Ang Lee; Il senso di Smilla per la neve; Oscar and Lucinda di Gillian Armstrong; Cavalcando con il diavolo; L'importanza di chiamarsi Earnest; La ragazza con l'orecchino di perla, con Scarlett Johansson e Colin Firth; Il patriota di Roland Emmerich; Le seduttrici; Il ritorno di Mr. Ripley; The exorcism of Emily Rose e Un giorno per sbaglio, con Emily Watson e Rupert Everett.
In Inghilterra, sul piccolo schermo, Wilkinson ha ricevuto la nomination ai BAFTA TV Award per il suo ruolo in Cold Enough for Snow e per la premiata miniserie della BBC Martin Chuzzlewit. Altri importanti lavori televisivi includono il film per la HBO The Gathering Storm e il telefilm della BBC Measure for Measure, solo per nominarne alcuni.
A teatro ha interpretato il ruolo di John Proctor in The Crucible al Royal National Theatre; il ruolo da protagonista nel King Lear al Royal Court; il ruolo del Dr. Stockmann nella premiata produzione Enemy of the People, con Vanessa Redgrave; ha vinto un London Critics Circle Award per la performance in Ghosts; e nella produzione di David Hare My Zinc Bed, con Julia Ormond.