Schede primarie

Laura Poitras è una regista di documentari, giornalista e artista. I suoi film hanno girato i festival di tutto il mondo e, insieme al suo lavoro in ambito giornalistico, hanno ricevuto numerosi premi, ad esempio il Peabody Award, e sono stati candidati agli Oscar e agli Emmy Awards.
My Country, My Country (2006) è incentrato sulla guerra in Iraq ed è stato candidato a un Oscar, al premio Independent Spirit Award e a un Emmy Award. The Oath (2010), su Guantanamo, ha vinto il premio per la fotografia al Sundance, il premio della giuria per il miglior documentario all’International Film Festival di Edimburgo e un Gotham Award come miglior documentario. Questi due film costituiscono le prime due parti della sua trilogia sull’America post 11 settembre, di cui CITIZENFOUR rappresenta l’ultimo capitolo.
Laura Poitras insegna regia all’università di Duke e Yale. Nel 2012 è stata selezionata con le sue opere per la Whitney Biennial, la biennale d’arte contemporanea americana, e terrà la sua prima mostra personale al museo Whitney nel 2016.
Nel 2012 ha ricevuto una borsa di studio dalla fondazione MacArthur ed è anche stata assegnataria di una borsa di studio del Guggenheim nel 2007 e dell’USA Rockefeller nel 2010.
Per l’inchiesta della Poitras sulla NSA, basata su documenti sottratti da Edward Snowden, il Guardian e il Washington Post hanno ricevuto il premio Pulitzer per il servizio pubblico. Il reportage è anche stato insignito del George Polk Award e il riconoscimento dell’International Reporters & Editors (IRE). Nel 2014, la regista ha anche ricevuto il premio Ridenhour, il premio dell’International Documentary Association per il Coraggio sul Campo e la medaglia Carl von Ossietzky.
Insieme a Glenn Greenwald e Jeremy Scahill, ha fondato il sito d’informazione The Intercept.