Schede primarie

Con una comprovata capacità nel trasformarsi letteralmente nei personaggi che interpreta, Toni Collette ha impressionato il pubblico e l'industria dello spettacolo nel corso degli ultimi due decenni. Ha lasciato un ricordo indelebile sugli spettatori di tutto il mondo con la sua interpretazione da protagonista in "Le nozze di Muriel" di P.J. Hogan, che le ha portato una candidatura ai Golden Globe. Più di recente ha vinto un Golden Globe e un Emmy per la sua interpretazione di una donna con personalità multiple nella serie televisiva "United States of Tara", che è andata avanti per tre stagioni. È stata candidata agli Oscar® per la sua interpretazione ne "Il sesto senso" di M. Night Shyamalan, film che è stato nominato per altri cinque Academy Awards®, tra cui miglior film. Successivamente ha recitato in un altro film candidato all'Oscar® come miglior film, "Little Miss Sunshine" di Jonathan Dayton e Valerie Faris, successo a sorpresa del 2006; Collette ha ricevuto un Golden Globe e un BAFTA Award per la sua performance, e ha condiviso con i suoi colleghi attori un Critics? Choice Movie Award per la migliore recitazione d?Ensemble, così come uno Screen Actors Guild Award per la prestazione eccezionale di un cast in un film. Tra i suoi molti altri film ricordiamo "Velvet Goldmine" di Todd Haynes; la serie "Dinner with Friends" di Norman Jewison; "Ipotesi di reato" di Roger Michell; "About a Boy" di Paul e Chris Weitz, per il quale ha ricevuto una nomination ai BAFTA; "The Hours" di Stephen Daldry; "Japanese Story" di Sue Brooks, al fianco di Gotaro Tsunashima, per cui ha vinto il premio come migliore attrice del Film Institute e un Film Critics Circle of Australia; "In Her Shoes" di Curtis Hanson; la serie "The Aftermath", per la quale ha ricevuto candidature agli Emmy e ai Golden Globe; "Niente velo per Jasira" di Alan Ball; "Mental", dove torna a lavorare con il regista P.J. Hogan; "Hitchcock" di Sacha Gervasi; "C'era una volta un'estate" di Nat Faxon e Jim Rash; "Lucky them" di Megan Griffith; "Non dico altro" di Nicole Holofcener; "Hector e la ricerca della felicità" di Peter Chelsom; "Miss you already" di Catherine Hardwicke con Drew Barrymore; e "Krampus - Natale non è sempre Natale" della Legendary Pictures con Adam Scott. Collette è stata nominata ai Tony e ha vinto un World Theatre Award per il suo debutto a Broadway in "The Wild Party" di George C. Wolfe e Michael John LaChiusa. Nel 2014 è tornata a Broadway nella commedia di Will Eno "The Realistic Joneses", diretta da Sam Gold; con i suoi colleghi attori - Marisa Tomei, Tracy Letts e Michael C. Hall - ha condiviso il Drama Desk Award per la miglior Ensemble Performance.