Schede primarie

Volto noto del cinema francese, MÉLANIE LAURENT balza all’attenzione del cinema mondiale nel 2009 interpretando Shosanna Dreyfus in "Bastardi senza gloria" di Quentin Tarantino. Con i colleghi condivide lo Screen Actors Guild Award per il miglior cast. A lei vanno la nomination a migliore attrice all’Empire Award e il riconoscimento come migliore attrice dell’Online Film Critics Society e dell’Austin Film Critics Association. Laurent ha recitato in oltre 40 film, tra cui "Vento di primavera" di Rose Bosch con Jean Reno; "Il concerto" di Radu Mihaileanu; "Il killer" di Cédric Anger; "Parigi" di Cédric Klapisch; "Days of Glory" di Rachid Bouchareb, vincitore a Cannes; "Tutti i battiti del mio cuore" di Jacques Audiard; "Baciate chi vi pare" di Michel Blanc; "Un pont entre deux rives" di Frédéric Auburtin e Gérard Depardieu; e "Je vais bien, ne t'en fais pas" di Philippe, per il quale vince il premio César e un premio Lumière. Laurent è anche stata insignita del prestigioso premio Romy Schneider. Parallelamente alla carriera francese, Melanie porta avanti la recitazione in film internazionali: "Beginners" di Mike Mills, con Ewan McGregor; "I maghi del crimine" di Louis Leterrier; "Enemy" di Denis Villeneuve con Jake Gyllenhaal e "Treno di notte per Lisbona" di Billie August. Scrive e dirige due cortometraggi "À ses pieds" e "De moins en moins", quest’ultimo selezionato al Festival di Cannes. Passa ai lungometraggi con "Les adoptés", un film di cui sarà anche interprete al fianco di Denis Menochet. Opera seconda sarà "Respire", selezionato a Cannes nel 2014 e accolto con successo dalla critica.