Schede primarie

Già famoso nel West End di Londra, l'attore gallese LUKE EVANS ha immediatamente impressionato anche Hollywood. Ha completato la produzione dell'adattamento live-action del classico d'animazione "La bella e la bestia" di Walt Disney Pictures, nella parte di Gaston, con Emma Watson in quella di Belle. Con la regia di Bill Condon, il film vanta un cast stellare: Ewan McGregor, Ian McKellen, Emma Thompson, Stanley Tucci, Kevin Kline e Josh Gad. Il film uscirà nel marzo del 2017.
Ha interpretato il noir di Ben Wheatleys "High-Rise - Il condominio", con Tom Hiddleston, Jeremy Irons e Sienna Miller, che gli ha portato una candidatura come miglior attore non protagonista ai British Independent Film Awards. Il film è ambientato in una società distopica divisa in classi e solleva problemi di morale. Evans ha lavorato anche nel film indipendente di Fabrice Du Welz "Message from the King", con Teresa Palmer e Chadwick Boseman. Il film segue un misterioso outsider di nome Jacob King che arriva dal Sud Africa a Los Angeles per vendicare la morte della sorella minore. Il film è stato premiato nel 2016 al Toronto International Film Festival.
Nel 2014 Evans ha ripreso il ruolo di Bard, l'arciere ammazza Draghi, nel capitolo finale di "Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate" di Peter Jackson, ruolo che aveva già interpretato nel secondo capitolo, "Lo Hobbit - La desolazione di Smaug". I due film hanno visto la partecipazione di Martin Freeman, Ian McKellen e Richard Armitage. In precedenza Evans è stato protagonista di "Dracula Untold" di Gary Shore, nella parte dell'eroico ammazza draghi Vlad, con Charles Dance, Dominic Cooper e Sarah Gadon.
Per la BBC, Evans ha lavorato in "The Great Train Robbery" di Chris Chibnall nella parte del rapinatore Bruce Reynolds. La mini-serie racconta la grande rapina messa a segno sul treno postale a Glasgow nel 1963 e la latitanza di Reynolds durata fino al 1968, quando venne arrestato. La mini-serie ha ottenuto una nomination al British Academy of Film and Television Arts (BAFTA), e Evans ha ricevuto una candidatura come miglior attore al Monte Carlo Television Festival.
Nell'estate del 2013 Evans è stato Owen Shaw in "Fast & Furious 6" di Justin Lin. Il film ha incassato più di 780 milioni di dollari a livello internazionale. Ha poi ripreso lo stesso ruolo in "Furious 7" ed è stato immortalato nell'attrazione "Fast & Furious: Supercharged" all'Universal Studios Hollywood.
Fra il 2010 e il 2012, la carriera di Evans ha iniziato a decollare con film come "Immortals" di Tarsem Singh; "I tre moschettieri" di Paul Anderson; "The Raven" di James McTeigue, con John Cusack, e "No One Lives" di Ryûhei Kitamura.
È del 2010 il suo primo ruolo da coprotagonista in "Tamara Drewe - Tradimenti all'inglese" di Stephen Frears, tratto dall'omonima graphic novel di grande successo del Guardian. Questa commedia romantica, presentata a Cannes, racconta la storia di una giovane giornalista (Gemma Arterton) che torna nella città dove è cresciuta quando i genitori vendono la casa della sua infanzia. Evans, per questa sua affascinante interpretazione, si è conquistato molti fan e ha attirato l'attenzione di critici e giornalisti anche a livello internazionale.
Prima di dedicarsi al cinema, ha avuto una invidiabile carriera nel West End in lavori teatrali e musical. La sua voce potente e impostata e la sua presenza scenica lo hanno reso perfetto per ruoli da protagonista, come Chris in "Miss Saigon" e Roger in "Rent".
Nel 2010, Evans ha interpretato il ruolo di Clive in "Sex & Drugs & Rock & Roll" di Mat Whitecross, candidato ai British Independent Film Awards, la biografia del fondatore della scena punk-rock londinese Ian Dury.
Ma è stato l'action/fantasy "Scontro tra titani" di Warner Bros. nel quale ha interpretato il carismatico dio Apollo, a farlo conoscere al grande pubblico. Subito dopo ha lavorato in "Robin Hood", il remake di Ridley Scott, con Russell Crowe.