Schede primarie

Josiane Balaskovic, meglio conosciuta come Josiane Balasko (Parigi, 15 aprile 1950), è una regista, attrice, sceneggiatrice e scrittrice francese. Nata in una famiglia di immigrati jugoslavi, frequenta una scuola di grafica e poi inizia a dedicarsi alla commedia, unendosi alla celebre compagnia dello Splendid, dove la Balasko rivela tutto il suo talento comico.
Negli anni settanta inizia a dedicarsi al cinema, interpretando per lo più ruoli da attrice comica e da "anti-sex symbol". Dal 1985 all'attività di attrice unisce quella di regista, con "Sac de nœuds", con Isabelle Huppert. Nel 1996 ha vinto il Premio César per la migliore sceneggiatura per il film "Peccato che sia femmina" (Gazon maudit). Nel 2000 ha vinto il Premio César onorario (César d'honneur).
Ha pubblicato il suo primo romanzo, Cliente, nel 2004.
Nel 2009 ha interpretato la protagonista, la portiera Renée, ne "Il riccio", trasposizione del romanzo di Muriel Barbery L'eleganza del riccio, diretto da Mona Achache.
Suoi altri film: "L'inquilino del terzo piano" (Le locataire), regia di Roman Polanski (1976); "Herbie al rally di Montecarlo" (Herbie Goes to Monte Carlo), regia di Vincent McEveety (1977); "L'animale" (L'animal), regia di Claude Zidi (1977); "Andremo tutti in paradiso" (Nous irons tous au paradis) di Yves Robert (1977); "Una notte in... camera" (Une nuit à l'Assemblée nationale), regia di Jean-Pierre Mocky (1989); "Troppo bella per te!" (Trop belle pour toi), regia di Bertrand Blier (1989); "L'ombra del dubbio" (L'Ombre du doute), regia di Aline Issermann (1993); "Non tutti hanno la fortuna di aver avuto avuto i genitori comunisti" (Tout le mondi n'a pas eu la chance d'avoir dis parents communistes), regia di Jean-Jacques Zilbermann (1993); "Arlette, regia di Claude Zidi (1997); "Omicidio in Paradiso (Un crime au paradis), regia di Jean Becker (2001); "Torno da mia madre (Retour chez ma mère), regia di Éric Lavaine (2016).