Schede primarie

Dotata di un viso dai lineamenti irregolari ed atipici, per il quale verrà spesso indicata come "dama Picasso", nella metà degli anni 80 incanta Pedro Almodóvar che le offre un'opportunità nel film "La legge del desiderio" del 1987. La notorietà internazionale arriva con "Donne sull'orlo di una crisi di nervi" del 1988, e poi ancora con "Légami!" del 1990, "Kika" del 1993, e "Il fiore del mio segreto" del 1995, sempre diretta da Almodovar. Per questi due ultimi ruoli verrà nominata al Goya (l'Oscar spagnolo) nel 1993 e nel 1995. Si è anche fatta conoscere nel cinema italiano interpretando la donna di Aldo nel film "Tu la conosci Claudia?", commedia del 2004 di Aldo, Giovanni e Giacomo. Ha lavorato anche con Lina Wertmüller, nel film "Metalmeccanico e parrucchiera in un turbine di sesso e politica", e con il noto produttore Luciano Martino che l'ha diretta nel suo primo film in Italia, "Nel giardino delle rose", accanto a Massimo Ghini e Giancarlo Giannini.

Ha recitato soprattutto in Francia, ottenendo numerosi riconoscimenti, ma si ricordano anche le sue interpretazioni in film statunitensi come "Pret-a-porter" di Robert Altman, dove interpreta il ruolo di Pilár, accanto a un cast stellare che comprende anche Kim Basinger, Rupert Everett, Anouk Aimée e Marcello Mastroianni o come "People", dove torna a recitare al fianco di Rupert Everett. Nel 2009 appare in un cammeo nel film dell'amico Almodóvar "Gli abbracci spezzati", dove si cimenta in un breve duetto con Penélope Cruz.