Schede primarie

JEFF BRIDGES è uno degli attori di Hollywood di maggior successo, nominato per sei volte per il Premio Oscar® . La sua performance in CRAZY HEART-nel ruolo di Bad Blake, il cantante country alcolizzato e in crisi al centro del film - gli ha permesso di ottenere il suo primo Premio Oscar® per Miglior Attore Protagonista. Quella interpretazione gli ha portato anche un Golden Globe, un premio SAG Award e un riconoscimento agli Independent Spirit Award. Bridges ha ottenuto la sua prima nomination per un Oscar® nel 1971 per Miglior Attore Non Protagonista nel film di Peter Bogdanovich L'ULTIMO SPETTACOLO - THE LAST PICTURE SHOW, al fianco di Cybill Shepherd. Tre anni dopo, ha ricevuto la sua seconda nomination all'Oscar® , ancora come Migliore Attore Non Protagonista per il suo ruolo nel film di Michael Cimino UNA CALIBRO 20 PER LO SPECIALISTA - THUNDERBOLT AND LIGHTFOOT. Nel 1984 ha riscosso grande successo con una nomination per Miglior Attore per STARMAN,in un'interpretazione che gli ha portato anche una nomination ai Golden Globe. Nel 2000, ha avuto l'onore di ricevere un'altra nomination per i Golden Globe e la quarta agli Oscar® per il suo ruolo da non protagonista in THE CONTENDER, il thriller politico di Rod Lurie con Gary Oldman e Joan Allen, nel quale Bridges interpreta il Presidente degli Stati Uniti. Nel dicembre 2010, la nuova esperienza di Bridges con i fratelli Coen, nell'apprezzato western IL GRINTA - TRUE GRIT gli ha garantito la sesta nomination per un Premio Oscar® . Lo stesso mese è stato visto nel film d'avventura in 3D TRON: LEGACY. Bridges ha ripreso i panni dello sviluppatore di videogiochi Kevin Flynn, già indossati nel film cult del 1982 TRON. Grazie alle attuali tecnologie, TRON: LEGACY è riuscito a coinvolgere Bridges, che è diventato il primo attore nella storia del cinema a poter recitare al fianco della versione più giovane di sé. Bridges ha lavorato nel film THE GIVER - IL MONDO DI JONAS, con Meryl Streep, Brenton Thwaites, Alexander Skarsgård, Katie Holmes, Odeya Rush, Cameron Monaghan e Taylor Swift. Ispirato al romanzo di Lois Lowry, il film - che è anche stato prodotto da Bridges - è rimasto un progetto per più di dieci anni, prima di riuscire a essere realizzato e diretto da Phillip Noyce e distribuito nell'agosto 2014. Nel 2009, Bridges è stato apprezzato nella commedia di Grant Heslov L'UOMO CHE FISSA LE CAPRE - THE MEN WHO STARE AT GOATS, nel ruolo di Bill Django, un'officiale dello spionaggio militare dallo spirito ribelle che guida un gruppo segreto di combattenti nell'Esercito. Nel film Bridges ha lavorato al fianco di George Clooney, Ewan McGregor e Kevin Spacey. Ha anche lavorato insieme a Robert Downey, Jr. nel film di successo IRON MAN nel ruolo di Obadiah Stane. Prima ancora, era apparso per la seconda volta sotto la direzione del regista Terry Gilliam, nel film TIDELAND - IL MONDO CAPOVOLTO, in cui interpreta il ruolo di un vecchio chitarrista ormai consumato dalle droghe di nome Noah. La versatile carriera dell'attore è riuscita ad attraversare una moltitudine di generi nel corso degli anni: nel 1998, ha lavorato nella commedia di culto dei fratelli Coen, IL GRANDE LEBOWSKI.
Nel 1983, Bridges ha fondato End Hunger Network, un'organizzazione nonprofit dedicata ad aiutare i bambini che ancora soffrono di fame in giro per il mondo. Ha anche realizzato la produzione di End Hunger, un evento televisivo in diretta di tre ore dedicato al tema della fame nel mondo. La manifestazione ha visto la partecipazione di Gregory Peck, Jack Lemmon, Burt Lancaster, Bob Newhart, Kenny Loggins e altri personaggi di cinema, televisione e musica, inseriti in un format innovativo che puntava ad educare e a sensibilizzare. Attualmente Bridges è il portavoce della campagna di Share Our Strength/No Kid Hungry che punta a eliminare la malnutrizione infantile in America entro il 2015. Attraverso la sua società di produzione, l'AsIs Productions, Bridges ha prodotto il film per la televisione per Showtime, HIDDEN IN AMERICA, con il fratello Beau. Il film ha ricevuto una nomination ai Golden Globe nel 1997 come Miglior Film per la Tv e ha permesso a Beau Bridges di essere nominato per i SAG Awards come Miglior Attore. Il film è stato anche nominato per due Primetime Emmy Awards. Una delle altre grandi passioni di Bridges è la fotografia. Quando si trova sul set, Jeff è solito fare un po' di scatti dietro le quinte di attori, troupe e locations. Alla fine di ogni film, raccoglie le immagini in un libro e regala un po' di copie ai vari soggetti. Le foto di Bridges sono state pubblicate su diverse testate, incluse Premiere ed Aperture, e tante altre anche a livello internazionale. Le immagini sono state esposte in gallerie di Los Angeles, Londra, San Diego e alla George Eastman House di New York. Nell'autunno 2003, powerHouse Books ha pubblicato "Pictures," una raccolta di fotografie raccolte nel corso degli anni, riscuotendo anche un buon successo. I proventi del libro sono stati distribuiti a un fondo che offre sostegno e supporto ai lavoratori dell'industria cinematografica. Nell'agosto 2011, Bridges ha pubblicato il suo omonimo album per la Blue Note. L'album jazz è stato prodotto dall'autore e musicista T Bone Burnett, più volte vincitore del Grammy Award. Si tratta della giusta conclusione di un rapporto personale, professionale e musicale che l'attore ha con Burnett, suo amico da più di 30 anni. Il disco è stato il seguito del suo primo impegno da solista, "Be Here Soon," prodotto da Ramp Records, Santa Barbara, California, un'etichetta che ha fondato con il cantante e tastierista Michael McDonald e il produttore e cantante Chris Pelonis. L'album contiene delle collaborazioni con McDonald, Amy Holland e la leggenda country-rock David Crosby. Ramp Records ha anche prodotto l'album di McDonald "Blue Obsession." Bridges e sua moglie Susan dividono il proprio tempo fra la propria casa a Santa Barbara e un ranch in Montana.