Schede primarie

DANIEL CRAIG si è affermato come uno dei migliori attori della sua generazione. La scorsa
estate ha interpretato Cowboys & Aliens, diretto da Jon Favreau, con Harrison Ford e Olivia
Wilde. E’ stato poi Red Rackham in Le avventure di Tintin: il segreto dell’unicorno, di Steven
Spielberg, con Jamie Bell, Andy Serkis e Simon Pegg. E’ stato protagonista di Dream House, del
premiatissimo Jim Sheridan e di Millennium - Uomini che odiano le donne, di David Fincher, in
cui era Mikael Blomkvist, con Rooney Mara.
Nel 2009, Craig è tornato in teatro aBroadway per dodici settimane con “A Steady Rain”, con
Hugh Jackman. Sempre quell’anno ha interpretato Defiance-I giorni del coraggio, di Edward
Zwick, basato sulla storia vera di quattro fratelli nella Polonia occupata dai Nazisti, mentre nel
2008, è stato Bond per la seconda volta, in Quantum of Solace, diretto da Marc Forster, con Judi
Dench, Olga Kurylenko e Gemma Arterton.
Nato nel 1968 a Chester e cresciuto vicino a Liverpool, Craig si è avvicinato al teatro al The
Liverpool Everyman, poi verso i vent’anni si è trasferito a Londra, per unirsi al National Youth
Theatre, prima di continuare la sua formazione alla Guildhall School of Music and Drama. Da
allora Craig ha ottenuto molti ruoli in televisione, in teatro e al cinema e ora è considerato uno
dei migliori attori inglesi.
Tra i suoi primi film ricordiamo Lara Croft: Tomb Raider, Elizabeth, Hotel Splendide, Sognando
l’Africa, Love and Rage, Obsession e La forza del singolo. Nel 2002, Craig ha riscosso il plauso
della critica per il ruolo nel film di Sam Mendes Era mio padre, mentre l’anno seguente è
apparso in The Mother, diretto da Roger Michell da una sceneggiatura di Hanif Kureishi. Nel
2004, Craig è stato protagonista, con Gwyneth Paltrow, di Sylvia, che racconta la vita dei poeti
Ted Hughes e Sylvia Plath. Nel 2005 è apparso con Adrien Brody e Keira Knightly in The
Jacket, nell’esordio nella regia di Matthew Vaughn, The Pusher, e in L’amore fatale di Roger
Michell (tratto dal romanzo di Ian McEwan).
L’anno dopo il pubblico l’ha visto nel film candidato agli Oscar di Steven Spielberg Munich, e ha
ricevuto una candidatura agli Independent Spirit Award come miglior attore non protagonista per
Infamous-Una pessima reputazione, di Douglas McGrath, con Sandra Bullock e Gwyneth
18
Paltrow. Nel 2006, ha esordito nel ruolo di James Bond con Casino Royale, che gli ha portato
una candidatura ai BAFTA Award come miglior attore e un Empire Film Award nella stessa
categoria ed è stato il film che ha incassato di più nella storia della serie di 007. Nel 2007, Craig
ha interpretato La bussola d’oro, con Nicole Kidman e Eva Green, e l’anno seguente Flashbacks
of a Fool, di Baillie Walsh.
Tra i suoi lavori teatrali ricordiamo “Hurlyburly” con la Peter Hall Company all’Old Vic,
“Angels in America” al National Theatre e “A Number” al Royal Court, con Michael Gambon.
Per la television ha interpretato l’adattamento della BBC di “Copenhagen”, di Michael Frayn,
“Our Friends in the North”, “Sword of Honour”, “The Ice House”, “The Fortunes and
Misfortunes of Moll Flanders”, “Kiss and Tell”, “Sharpe’s Eagle” e il film in due parti della BBC
“Archangel”, tratto dall’omonimo romanzo di Robert Harris.