ANG LEE (regista/produttore) è uno dei registi più rispettati e apprezzati del
cinema internazionale. Ha vinto due Academy Award: nel 2006 per la regia de “I
segreti di Brokeback Mountain” (Brokeback Mountain) e nel 2001 per il miglior
film straniero con “La tigre e il dragone” (Wo hu cang long). I suoi film hanno vinto
due volte il prestigioso Leone d’oro al Festival del cinema di Venezia (nel 2007 con
“Lussuria – Seduzione e tradimento” - Se, jie e nel 2005 con “I segreti di
Brokeback Mountain”) e due volte l’Orso d’oro al Festival del cinema di Berlino (nel
1993 con “Il banchetto di nozze” - Xi yan e nel 1996 con “Ragione e sentimento”
- Sense and Sensibility). “Lussuria – Seduzione e tradimento” ha riscosso un
grande successo e si è aggiudicato otto Golden Horse Award asiatici (l’equivalente
degli Academy Award a Taiwan), oltre a realizzare i maggiori incassi nella storia del
cinema in lingua cinese.
Il suo film più recente, “Motel Woodstock” (Taking Woodstock), è stato
candidato a un Golden Palm Award al Festival del cinema di Cannes e a un GLAAD
Media Award, mentre Danny Elfman, che ha composto le musiche del film, è stato
candidato a un World Soundtrack Award come compositore cinematografico
dell’anno.
In precedenza, l’innovativo “I segreti di Brokeback Mountain” ha vinto due
Academy Award, per il migliore adattamento (Larry McMurtry & Diana Ossana) e per
la migliore colonna sonora (Gustavo Santaolalla), ed è stato candidato ad altri
cinque, tra cui quello per il miglior film. Lee ha inoltre vinto il Directors Guild of
America, un BAFTA, un Independent Spirit e un Golden Globe® come miglior regista,
oltre a ricevere altri riconoscimenti. Il film ha vinto anche tre Golden Globe,
compreso quello per il miglior film drammatico; un Independent Spirit Award per il
miglior film; tre BAFTA tra cui quello per il miglior film; il Leone d’Oro per il miglior
film in occasione del Festival del cinema di Venezia nel 2005; ha poi ricevuto vari
altri riconoscimenti internazionali. Lee e il protagonista del film Jake Gyllenhaal
hanno anche ricevuto lo Human Rights Campaign Equality Award, mentre “I segreti
di Brokeback Mountain” è stato candidato come miglior film ai Media Award dal
Gay & Lesbian Alliance Against Defamation’s (GLAAD).
Oltre all’Academy Award per il miglior film straniero, “La tigre e il dragone”,
15
tratto da un romanzo di Du Lu Wang, ne ha vinti altri tre: per la migliore fotografia
(Peter Pau), la migliore colonna sonora originale (Tan Dun) e la migliore direzione
artistica/arredamento (Tim Yip). È stato candidato ad altri sei Academy Award,
compreso quello per il miglior regista. Il cospicuo elenco dei premi vinti da Lee
comprende anche il Directors Guild of America, un BAFTA e un Golden Globe per il
miglior regista, oltre a numerosi altri.
Lee si è trasferito negli Stati Uniti nel 1978. Dopo essersi diplomato in teatro
all’università dell’Illinois, ha proseguito gli studi conseguendo un Master in
produzione cinematografica. Il suo cortometraggio “Fine Line” ha vinto il premio
per la migliore regia e il miglior film al NYU Film Festival annuale.
Il suo primo film, “Pushing Hands” (Tui Shou), è stato proiettato al Festival
internazionale del cinema di Berlino nel 1992 e ha vinto il premio per il miglior film
all’Asian-Pacific Film Festival. Il film è anche stato candidato a nove Golden Horse
Award a Taipei.
“Pushing Hands” è stato il primo film della trilogia denominata “Father
Knows Best”, in cui è sempre presente l’attore Sihung Lung. Il film successivo della
trilogia, “Il banchetto di nozze”, è stato accolto con entusiasmo dal pubblico
internazionale dopo la prima a Berlino. Il film è stato candidato agli Academy Award
e ai Golden Globe per il miglior film in lingua straniera, e ha ricevuto sei candidature
agli Independent Spirit Award. Lee ha concluso la trilogia con “Mangiare bere uomo
donna” (Yin shi nan nu), scelto per la serata di apertura della Quinzaine des
Réalizateurs al Festival del cinema di Cannes nel 1994. Selezionato come miglior
film in lingua straniera dal National Board of Review, il film è stato candidato agli
Academy Award e ai Golden Globe come miglior film in lingua straniera, e ha
ricevuto sei candidature agli Independent Spirit Award.
Nel 1995 Lee ha diretto “Ragione e sentimento”, con Emma Thompson e
Kate Winslet. Il film è stato candidato a sette Academy Award, tra cui quello per il
miglior film, e ha vinto il premio per il miglior adattamento (del romanzo di Jane
Austen, curato da Emma Thompson). “Ragione e sentimento” ha anche vinto il
Golden Globe per il miglior film drammatico e la migliore sceneggiatura, ed è stato
scelto come miglior film dal BAFTA, dalla Boston Society of Film Critics e dal
National Board of Review. Lee è stato nominato miglior regista dal New York Film
Critics Circle, dal National Board of Review e dalla Boston Society of Film Critics.
Il film successivo da lui diretto è “Tempesta di ghiaccio” (The Ice Storm),
16
adattamento di James Schamus del romanzo di Rick Moody, interpretato da Joan
Allen, Kevin Kline, Sigourney Weaver, Christina Ricci e Tobey Maguire. Il film è stato
proiettato in anteprima nel 1997 al Festival del cinema di Cannes (vincendo il
premio per la migliore sceneggiatura) ed è stato selezionato per la serata di
apertura del New York Film Festival nel 1997. Per l’interpretazione nel film,
Sigourney Weaver ha vinto un BAFTA ed è stata candidata a un Golden Globe come
migliore attrice non protagonista.
In seguito, Lee ha diretto “Cavalcando con il diavolo” (Ride with the Devil),
adattamento di James Schamus del romanzo di Daniel Woodrell; il già citato “La
tigre e il dragone”; il box office “Hulk” (The Hulk), con Eric Bana e Jennifer
Connelly; infine, per la Focus Features, i su menzionati “I segreti di Brokeback
Mountain” e “Lussuria – Seduzione e tradimento”.
In aggiunta al premio ricevuto a Venezia, “Lussuria – Seduzione e
tradimento” è valso la candidatura agli Independent Spirit Award per i migliori
attori a Tony Leung e Tang Wei; quest’ultima è anche stata candidata ai BAFTA. Il
film è stato in lizza come miglior film in lingua straniera sia ai BAFTA sia ai Golden
Globe.